Massimiliano Bosi
COS'È L'EMAIL MARKETING?

INTRODUZIONE

Come comporre una strategia di Email Marketing a 360°?

Dare una risposta alla domanda “che cos’è l’Email Marketing?” potrebbe sembrare semplice. In realtà, noi di BMC che ci lavoriamo ogni giorno sappiamo benissimo quanto sia un Asset complesso. L’Email Marketing costituisce un vero e proprio sistema di marketing che può essere integrato a tutti i touchpoint del cliente con l’azienda. In pratica, in tutti i nodi di un flusso di comunicazione che voglia trasformare un semplice prospect in un cliente fidelizzato.

Perché lo abbiamo definito un Asset complesso? Perché si tratta di un sistema che - per essere efficace - ha bisogno di un grandissimo lavoro strategico ed operativo, almeno nella fase inziale, cui corrisponderà uno sforzo notevole per la strutturazione dei flussi e dei contenuti. Il vantaggio però è che, una volta settato, il sistema avrà letteralmente vita propria e non comporterà un effort elevato, di tempo o economico, per essere mantenuto.

Perchè l’Email Marketing è indispensabile per la tua azienda e quali sono i suoi vantaggi?

Vediamolo insieme.

Vantaggi dell’Email Marketing

Il principale punto di forza che da solo rende l’Email Marketing indispensabile per il successo della tua attività è il contatto diretto, quindi intimo, capace di creare con il singolo utente. Ogni comunicazione infatti può essere personalizzata, non solo in base allo stadio occupato dal cliente nel funnel di vendita ma anche in base alle azioni che questo ha compiuto nei confronti della nostra azienda - ha visitato il sito? Ha visualizzato una determinata promozione?

Altro indubbio vantaggio dell’Email Marketing è la possibilità di controllare come i nostri clienti o prospect si approcciano alla nostra comunicazione. Possiamo sapere ad esempio chi apre le nostre email, su quali CTA fa clic, su quali dispositivi vengono visualizzate le comunicazioni e tante altre informazioni preziose per ottimizzare le nostre strategie di marketing.

 

Le operazioni complessivamente attuabili grazie ad un sistema di EM strutturato sono:

  • recupero dati del contatto;
  • inserimento automatico dei dati nel CRM;
  • invio di comunicazioni puntuali, periodiche o addirittura automatiche;
  • invio di contenuti davvero personalizzati, chiamati contenuti condizionali;
    NOTA > questo punto è la chiave di tutto. Infatti è vero che l’Email Marketing costituisce il sistema con i tassi di conversione più elevati, ma solo se ti ricordi che stai parlando a delle persone;
  • monitoraggio dell’andamento delle tue comunicazioni.


Non sono fattori di poco conto! Se questi sono i benefici che l’Email Marketing può farti ottenere, non significa che il solo fatto di inviare email sia funzionale. Abbiamo parlato poco fa di sistema proprio perché per sfruttare a pieno i vantaggi dell’EM è necessario avere una strategia completa e procedere alla strutturazione di un flusso di operazioni coerente con gli obiettivi aziendali. Ed è proprio qui che per noi di BMC sta il divertimento! Vediamo come farlo.

Come strutturare una strategia di Email Marketing dalla A alla Z

Abbiamo visto cos’è l’Email Marketing. Ora vediamo come usare al meglio questo Asset mettendo in campo la strategia corretta. Sviluppando gli argomenti, e ipotizzando che tu voglia impostare un sistema completo di comunicazioni email per la tua impresa, dobbiamo prevedere un flusso di operazioni composto da almeno otto step. Ti sembrano troppi? Analizziamoli nel dettaglio e ti accorgerai che ognuno è indispensabile per raggiungere gli obiettivi.

Identificazione dei dati strategici dei contatti

Tutte le informazioni che i tuoi contatti decidono di darti sono preziose. Per due motivi:

  • perché corrispondono all’opportunità di parlare con loro in maniera personale;
  • perché ti permettono di raccogliere dati importantissimi per le tue strategie di marketing online e offline future.

Quando immagini la costruzione del tuo database contatti, pensa già a quali informazioni desideri avere. Per farlo immagina le comunicazioni che potrai mandare e chiediti come potresti personalizzarle. Chiediti anche quali dati potrebbero essere importanti per il tuo business e per strutturare le strategie di marketing future.

Costruzione dei moduli per l’acquisizione dei dati strategici

Una volta identificate le informazioni chiave da raccogliere sui tuoi contatti è necessario comprendere come raccogliere questi dati.

Quale che sia il software con cui imposterai la tua strategia di Email Marketing, prevedi sempre i moduli di acquisizione dati. Tieni bene a mente però il tuo obiettivo: raccogliere iscritti, non fare un sondaggio!

Nel caso tu voglia arrivare ad avere molte informazioni dai tuoi contatti preferisci un metodo in due step. Puoi impostare ad esempio un primo form più snello, che chiede i primi dati per te interessanti e poi un successivo di approfondimento che ti porterà maggiori informazioni ed una relazione più stretta con i tuoi contatti.

Inserimento dei dati nel CRM

Questo punto varia in funzione del software che utilizzerai. L’inserimento dei contatti nel CRM potrebbe essere automatizzato o manuale. Ci sono sistemi centralizzati che ti permettono di avere tutto sulla stessa piattaforma - Email Marketing e CRM. Ma ci sono anche sistemi di Email Marketing che offrono la possibilità di integrazione con i CRM più comuni. Ciò comporta solitamente un costo di attivazione della piattaforma in base al numero di contatti che possiedi ma permette di gestire le operazioni in maniera automatica. Tieni presente che il costo della piattaforma sarà ampiamente ammortizzato dalla maggiore produttività che avrà il tuo lavoro. Non dovrai importare alcun contatto manualmente! In ogni caso,  che tu utilizzi un CRM dinamico o un metodo di archiviazione differente, l’importante è mantenere aggiornato il tuo database contatti per non perdere opportunità preziose.

Invio di comunicazioni targettizzate

Ora che hai creato il tuo database devi nutrire i contatti e stringere relazioni. Parlo proprio di relazioni perché non dobbiamo mai dimenticare che gli interlocutori del nostro business sono persone. Per questo dobbiamo cercare di sviluppare relazioni più che inviare sterili messaggi promozionali. Le comunicazioni devono essere percepite dalla persona come importanti, degne di essere aperte e lette. Abbiamo già parlato di quanto sia fondamentale  identificare i dati strategici. In questo modo riusciremo a capire se una comunicazione può essere interessante o meno per un dato gruppo di persone.

Invio comunicazioni periodiche (le famose newsletter)

Ora cerchiamo di uscire dal comune concetto di mail informativa periodica, e immaginiamo la tua newsletter settimanale o mensile come una rubrica che tratta di argomenti specifici solo a chi è davvero interessato. Anche qui il parallelo con il punto uno è importante. Sempre nella fase di ideazione della raccolta dati, infatti, dovrai immaginare cosa scriverai e quando. Puoi ad esempio sfruttare la conoscenza del tuo settore per identificare un certo numero di rubriche per le quali scriverai contenuti interessanti ogni mese. Un’altra buona idea è utilizzare specifici periodi dell’anno per comunicazioni strategiche - i saldi, le ferie estive, il cambio di stagione. È cruciale, in fase di invio, fare le dovute distinzioni tra le liste. Inviare il contenuto solo a chi potrebbe essere realmente interessato è fondamentale per non finire nel mucchio di comunicazioni spazzatura che tutti cestiniamo!

Invio di comunicazioni automatizzate

Sebbene ancora poco utilizzato dalle piccole realtà, questo è uno dei tasselli dell’Email Marketing che offrono le migliori performance. Si tratta di automazioni che consentono di inserire i contatti - in maniera automatica - in un flusso mail che guidi gli utenti a compiere azioni nei confronti della tua azienda. Puoi architettare praticamente qualsiasi tipo di flusso, l’importante è costruirlo in funzione di un obiettivo specifico. Il grande vantaggio dei sistemi automatizzati è che una volta creati, salvo qualche ottimizzazione periodica, sono praticamente eterni e vivono a costo zero. Al contrario di tutti i sistemi di digital communications recenti che necessitano di un aggiornamento continuo.

Invio contenuti condizionali

Questo è il cuore di ogni progetto - e non solo di Email Marketing! Cosa intendiamo con condizionali? Nell’Email Marketing corrisponde ad inviare contenuti personalizzati in funzione delle info in nostro possesso. Se stai già pensando: “Ma non è quello che abbiamo detto sopra?” Assolutamente no!

Il contenuto condizionale è un contenuto che possiede delle funzioni tecniche, che gli addetti ai lavori chiamano IF/ELSE. Queste funzioni consentono di mostrare al singolo contatto solo il contenuto che gli interessa all’interno di un contesto più ampio. È un concetto un po’ complesso ma con questo esempio sarà subito chiaro.

Ipotizziamo che la tua azienda lanci un nuovo prodotto e che questo abbia più di una particolarità, quindi più di un vantaggio per i tuoi clienti. Stai per inviare alla tua lista di contatti la comunicazione di questa novità. Immaginiamo che tra i dati dei tuoi contatti tu abbia inserito anche dei parametri che li differenziano come il sesso o l’occupazione professionale. Grazie a questi due parametri puoi comunicare i vantaggi del tuo prodotto declinati sulla persona e rivolgerti a lei o lui in maniera specifica. Il tutto senza mandare tante mail separate ma usando un solo contenuto completo di tutte le declinazioni. Come tecnica di Email Marketing avanzata, questo genere di comunicazione contribuisce a creare un legame forte con i tuoi contatti assicurandoti una buona % di aperture ed interazioni.

Monitoraggio performance delle comunicazioni

L’ultimo step della costruzione di un sistema di Email Marketing a 360° è il monitoraggio delle performance. Qui possiamo spiegare anche perché un sistema centralizzato di Email Marketing sia più performante del sistema di invio tradizionale. Uno dei fattori che ha maggiormente contribuito all’espansione di questi sistemi è che grazie ai software specifici interni è possibile avere un elevato del controllo sull’andamento delle campagne. Tutti i sistemi infatti mostrano dati di apertura delle mail e di click sui link all’interno delle stesse. Con questi due parametri siamo in grado di comprendere il grado di efficacia della comunicazione ed ottimizzare continuamente le performance.

Sistemi come Active Campaign danno la possibilità di vedere anche l’ora e il giorno migliori per inviare le comunicazioni e le località dalle quali vengono lette. Tutte queste informazioni aggiuntive contribuiscono a migliorare i tassi di conversione della tua comunicazione, dando un boost a tutta la tua strategia di digital marketing.

CONCLUSIONE

Siamo giunti al termine di questa prima panoramica su cos’è l’Email Marketing e come utilizzare al meglio questo preziosissimo strumento. Niente paura, continueremo ad approfondire l’argomento: questo è solo il primo articolo di una serie di quattro contenuti di grande valore che analizzano in maniera approfondita il mondo dell’Email Marketing strategico.

Le prossime uscite riguarderanno nello specifico:

  • la costruzione di un CRM;
  • le comunicazioni periodiche;
  • i contenuti condizionali.

Vuoi sapere quando saranno pubblicati i prossimi articoli? Iscriviti al nostro blog tramite il form sottostante!

Hai qualche domanda o dubbio a cui non hai trovato risposta nell’articolo? Scrivimi [m.bosi@bmc.it] e sarò felice di risponderti al più presto!

Rimani connesso!

Iscriviti ai nostri blog. Ti manderemo una mail ogni volta che pubblicheremo un nuovo articolo.
Massimiliano Bosi
Dicono che noi rivoluzionari siamo romantici. Sì, è vero, ma lo siamo in modo diverso, siamo quelli disposti a dare la vita per quello in cui crediamo.
Instagram Linkedin
39 0183 753970
Viale Matteotti 21/10-11 | 18013 Diano Marina | Italia
ALL RIGHTS RESERVED
P.IVA 01567650997