Questo sito utilizza i cookies: cliccando su chiudi o proseguendo nella navigazione acconsenti al loro utilizzo
Informativa
Chiudi
  Indietro

TI INTERESSANO LE NOSTRE NEWS?


Upcycling, un caso di marketing etico

Upcycling: quando un semplice barattolo può diventare un oggetto di design. Upcycling è indubbiamente un caso di marketing etico.

Quando un semplice barattolo può diventare un oggetto di design

05/09/16
Upcycling, un caso di marketing etico

Spesso si critica la tendenza anglofona che si ha in alcuni settori, tra cui sicuramente quello della comunicazione. È vero che in alcuni casi l’alternativa italiana sarebbe altrettanto valida (perché dire mission o location se si può dire missione e luogo?), mentre in altri casi si scoprono parole che effettivamente in italiano sono intraducibili o quasi.

È il caso del termine upcycling, coniato per la prima volta nel 1984 dal giornalista Reiner Pilz e sdoganato ufficialmente nel 1997 nell’omonimo libro di Gunter Pauli, scrittore ed economista belga.

Non proprio un termine nuovo, arrivato però in Italia solo di recente.

Con upcicling si intende la trasformazione di un rifiuto in un nuovo oggetto, per mezzo della creatività. Si tratta di un trend artistico e fortemente etico, perché permette di ridurre l’impatto ambientale dei rifiuti; è quindi uno strumento utile alle aziende che vogliano sottolineare la loro anima green e il loro impegno nei confronti dell’ambiente, sottolineando quindi la loro Responsabilità sociale di impresa. Ne sa qualcosa la Ferrero che cavalcando questo trend ha creato la lampada Nutella, una lampada di design realizzata utilizzando il classico barattolo icona del brand.

Il tappo bianco è dotato di un pulsante touch per l’accensione e contiene al suo interno 6 luci led incapsulate. La lampada è decorata con tutte le celebri icone del marchio che danno vita ad un patchwork molto colorato e vivace. C’è da vedere chi saprà fare di meglio!